Laura Pausini – La Solitudine/Usamljenost

La solitudine

Marco se n'è andato e non ritorna più
Il treno delle 7:30 senza lui
È un cuore di metallo senza l'anima
Nel freddo del mattino grigio di città
A scuola il banco è vuoto, Marco è dentro me
È dolce il suo respiro fra i pensieri miei
Distanze enormi sembrano dividerci
Ma il cuore batte forte dentro me
 
Chissà se tu mi penserai
Se con i tuoi non parli mai
Se ti nascondi come me
Sfuggi gli sguardi e te ne stai
 
Rinchiuso in camera e non vuoi mangiare
Stringi forte al te il cuscino
E piangi, non lo sai
Quanto altro male ti farà la solitudine
 
Marco, nel mio diario ho una fotografia
Hai gli occhi di bambino un poco timido
La stringo forte al cuore e sento che ci sei
Fra i compiti d'inglese e matematica
 
Tuo padre e suoi consigli, che monotonia
Lui con il suo lavoro ti ha portato via
Di certo il tuo parere non l'ha chiesto mai
Ha detto ‘Un giorno tu mi capirai’
 
Chissà se tu mi penserai
Se con gli amici parlerai
Per non soffrire più per me
Ma non è facile lo sai
 
A scuola non ne posso più
E i pomeriggi senza te
Studiare è inutile, tutte le idee
Si affollano su te
 
Non è possibile dividere
La vita di noi due
Ti prego, aspettami, amore mio
Ma illuderti non so
 
La solitudine fra noi
Questo silenzio dentro me
È l'inquietudine di vivere
La vita senza te
Ti prego, aspettami, perché
Non posso stare senza te
Non è possibile dividere
La storia di noi due
 
La solitudine fra noi
Questo silenzio dentro me
È l'inquietudine di vivere
La vita senza te
Ti prego, aspettami, perché
Non posso stare senza te
Non è possibile dividere
La storia di noi due
 
La solitudine

Usamljenost

Marko je otišao i ne vraća se više
Voz u 7:30 bez njega
Srce od metala bez duše
U hladno sivo jutro u gradu
 
U školi klupa je prazna, Marko je u meni
Sladak je njegov dah kroz moje misli
Velike daljine hoće da nas podele
Ali srce lupa jako u meni
 
Ko zna da li misliš o meni
Da li sa tvojima ne pričaš nikad
Da li se kriješ kao ja
Kriješ poglede i stojiš
 
Zaključan u sobu i ne želiš da jedeš
Stežeš jako jastuk
Plačeš ne znaš
Koliko drugog lošeg ti stvara usamljenost
 
Marko u mom dnevniku imam jednu fotografiju
Imaš oči deteta malo stidljivog
Stežem je čvrsto na srce i osećam da si tu
Medju domaćima iz engleskog i matematike
 
Tvoj otac i njegovi saveti koja monotonija
On te je sa svojim poslom odveo
Naravno za tvoje mišljenje nije pitao nikad
Rekao je jednog dana ćeš me razumeti
 
Ko zna dal misliš na mene
Dal sa prijateljima pričaš
Da ne patiš više zbog mene
Ali nije lako znaj
 
U školi ne mogu više
I predvečerja bez tebe
Učenje je bezvredno i sve ideje
Se gomilaju na tebe
 
Nije moguće podeliti
Život nas dvoje
Molim te čekaj me ljubavi moja
Ali obmanuti ne znam
 
Usamljenost između nas
Ova tišina u meni
Nespokoj življenja
Života bez tebe
 
Molim te čekaj me jer
Ne mogu da ostanem bez tebe
Nije moguće podeliti
Priču nas dvoje

https://lyricstranslate.com/en/la-solitudine-usamljenost.html

Komentariši

Vaša email adresa neće biti objavljivana. Neophodna polja su označena sa *